domenica 16 ottobre 2016

Monte Borgà, 2228 m e Libri di San Daniele - Dolomiti d'Oltre Piave


Bella e impegnativa escursione, che consente di ammirare splendidi panorami,  le caratteristiche conformazioni rocciose denominate  Libri di San Daniele e la frana del Monte Toc.



Dal paese di Casso si seguono le indicazioni per il Monte Borgà  imboccando un sentiero invaso dalla vegetazione e racchiuso tra due muretti a secco. Poco oltre il sentiero piega  verso ovest e  risale un bosco di faggio e quindi un ghiaione che si affaccia alla valle del Piave.  Segue una larga ma esposta cengia che consente l'accesso al Pra de Salta. Traversando verso est si raggiunge  uno spallone erboso, sino a piegare in forte salita in direzione di Forcella Piave che si raggiunge. Dalla forcella si scende ad aggirare uno sperone roccioso, e si risalgono le pendici del Monte Piave. Con un ultimo strappo si giunge al pianoro dove sono adagiati i famosi Libri di San Daniele . Si procede sempre verso est percorrendo il bellissimo e panoramico filo di cresta per guadagnare la cima del Monte Borgà.
Dalla vetta si ritorna all'insellatura, e da qui si stacca a sinistra il sentiero per Erto. Si scende ai ruderi di Casera Borgà e si prosegue fino all'incrocio con il sentiero CAI 381 per Forcella Borgà e il Monte Buscada. Il sentiero scende in mezzo al bosco, e a quota 1065 m si incontrano le indicazioni per il Truoi dal Sciarbon, antico sentiero utilizzato sin dal 1600 per portare il carbone dalla Val Zemola sino al Fiume Piave a Longarone. Si procede ora decisamente verso ovest, dapprima con un tratto nel bosco e poi dopo alcuni tornanti traversando in direzione di Casso fino al punto di partenza. 
Dislivello: 1400 m. Tempi di percorrenza: ore 6:30-7:00  complessive.  Difficoltà: EE. Cartografia: Tabacco foglio 021 – Dolomiti d’Oltre Piave


                                                          Galleria Immagini      


  

Nessun commento:

Posta un commento